Riatletizzazione sportiva post infortunio

Il recupero funzionale e la riatletizzazione sportiva rappresentano le fasi intermedie e finali del percorso riabilitativo post infortunio dello sportivo. In queste fasi si utilizzano i principi dell’allenamento specifico per il completo recupero delle capacità condizionali (forza, velocità, resistenza e mobilità articolare) e delle abilità sport-specifiche dell’atleta.

La riatletizzazione costituisce la prima parte del percorso di rientro alla pratica sportiva a cui farà seguito il graduale ritorno ‘in campo’ fino alla totale ripresa dell’attività agonistica. 

Tale tipo di attività è altamente consigliata a tutti coloro che praticano sport o attività motorie anche in maniera non agonistica ed è comunque utile per il completo recupero dell’efficienza fisica per una normale vita “di tutti i giorni”.

Perché è importante la riatletizzazione post infortunio?

  • riduce il rischio di recidiva spesso associato ad un rientro troppo precoce all’attività sportiva o a movimenti incontrollati nella vita quotidiana;
  • restituisce al paziente la condizione psicofisica ottimale per ritornare il prima possibile ai livelli precedenti l’infortunio.

Quali sono gli obiettivi della riatletizzazione?

Al termine della riabilitazione fisioterapica possono persistere piccoli fastidi e dolori associati a determinati movimenti, la parte infortunata inoltre può presentare ancora deficit di forza e coordinazione motoria.

La riatletizzazione ha l’obiettivo di riportare l’individuo verso una condizione migliore rispetto a quella precedente l’infortunio. Non solo restituendo alla parte infortunata forza e coordinazione ma migliorando e riequilibrando tutti quegli aspetti che possono essere stati in parte causa del trauma.

Il paziente richiede pertanto un programma personalizzato di allenamento con una valutazione periodica e obiettiva dei progressi compiuti. Sarà il preparatore atletico, in accordo con lo staff medico-fisioterapico, a definire gli obiettivi a breve e lungo termine e a sviluppare dei protocolli di recupero funzionale.

Come si articola il percorso di riatletizzazione post infortunio?

Solitamente il percorso di riatletizzazione si articola in tre fasi:

  • Valutazione iniziale: in sinergia con medici e fisioterapisti si arricchisce l’anamnesi del soggetto con batterie di test di valutazione funzionale per individuare le problematiche che saranno alla del programma specifico di allenamento;
  • Allenamento delle capacità condizionali, in modo analitico e funzionale: rientrano in questa fase esercizi per il miglioramento della forza, tono e trofismo muscolare, l’aumento della resistenza, il miglioramento della mobilità articolare e della coordinazione e tutta una serie di esercitazioni che vanno verso compiti coordinativi via via più complessi.
  • Allenamento sport-specifico: in questa ultima fase si introducono esercizi volti a simulare il gesto atletico con intensità di lavoro crescenti. Inoltre saranno svolti test delle capacità condizionali per valutare il raggiungimento degli standard richiesti per riprendere gli allenamenti o le varie attività.

Il completo recupero funzionale deve prevedere un follow-up medico e fisioterapico per verificare il raggiungimento degli obiettivi preposti.

2021 © Laboratorio Albaro srl a Socio Unico soggetta a direzione e coordinamento di Alliace Medical srl
P.IVA: 00537180101
CAP. SOC. EURO 119.000 - C.C.I.A.A. GE. R.E.A. 217832 - R.I. GIÀ GE 30259
Sede Legale: Via P. Boselli 32/5 -Genova

Direttori sanitari: Dr. Giovanni Melioli, Luca De Martini, Luca Corsiglia, Giovanni Zandonini, Paola Anastasi